Articolo di Vittorio Cornacchia https://footballstory.mondocalcionews.it/

GEORGE BEST E L’ANEDDOTO DELLA BIRRA NELLA SFIDA TRA HIBERNIAN E RANGERS

Il manager Eddie Turnbull, chiamato a giudicare la prima da titolare di George Best con la maglia dell’Hibernian, fu piuttosto critico. Pur ammettendo di essere rimasto sorpreso dalla prestazione del nordirlandese, puntò il dito sulla sua condizione atletica, affermando che era evidente come nella ripresa giocasse da fermo.

La settimana dopo, gli Hibs avrebbero ospitato i gloriosi Glasgow Rangers, una sfida dai contenuti notevoli. Oltre al blasone dell’avversario, infatti, c’era anche la componente religiosa ad aumentare la rivalità tra i club. Così come nel caso del Celtic, anche i tifosi dell’Hibs sono notoriamente cattolici. Di contro, i Rangers rappresentano la componente protestante di Glasgow.

Curiosamente, una simile contrapposizione c’è anche nella stessa Edimburgo, con gli Hearts principalmente cattolici. Lo stadio “Easter Road” era gremito, con ben 20 mila spettatori in spasmodica attesa per la prima casalinga da titolare di Best.  Il nordirlandese rispose al grande entusiasmo scendendo in campo assai ispirato, in una versione molto vicina a quella dei bei tempi. Pur meno mobile di qualche anno prima, fece letteralmente impazzire gli avversari con numeri di alta scuola.

La partita si concluse con una clamorosa e inaspettata vittoria degli Hibs per 2-1 ma fu un aneddoto a rimanere nella memoria collettiva dei presenti. Nei primi minuti di gioco, George Best si avvicinò per battere un calcio d’angolo nei pressi del settore occupato dai sostenitori Gers. Dalla curva ospite fu lanciata una lattina di birra, chiara provocazione per i suoi noti problemi di alcolismo. Senza scomporsi, Best la raccolse, finse di berla e mandò in delirio l’intero stadio, compresi gli stessi tifosi dei Rangers!

Fine terza parte