fonte: https://www.ilnapolista.it/

Quando il Napoli di Zoff perse 5-0 in Scozia dagli Hibernian del fratello di Bill Shankly

La peggior sconfitta europea. Coppa delle Fiere 1967-68, all’andata finì 4-1. Pesaola lasciò Altafini a casa. A Napoli uno scozzese fu derubato ai Quartieri.

All’andata il Napoli allenato da Pesaola e in cui giocavano Juliano, Altafini, Zoff, Ottavio Bianchi (in teoria anche Sivori ma era infortunato), aveva vinto 4-1 con tripletta di Canè e rete di Altafini.

Sembrava tutto fatto. Tant’è vero che Altafini rimase a casa, non partì per la trasferta in Scozia.

Quella partita viene ricordata sul sito ufficiale della squadra scozzese come la notte europea più bella della storia del club.

L’articolo ricorda quanto all’epoca il calcio scozzese fosse temuto. La Nazionale era soprannominata quella dei campioni del mondo non ufficiali visto che a Wembley avevano battuto 3-2 gli inglesi campioni del mondo e che il Celtic aveva vinto la Coppa dei Campioni battendo l’Inter in finale, mentre i Rangers avevano perso dal Bayern nella finale di Coppa delle coppe.

Il sito dell’Hibernian ricorda che a porta nel Napoli giocava la leggenda Dino Zoff, che in attacco c’era Altafini, oltre a Cané, Sivori, Juliano. Al San Paolo, come detto, finì 4-1. E nessuno dava agli scozzesi alcuna chance di ribaltare il risultato. A crederci c’era solo l’allenatore: Bob Shankly fratello del celebre Bill icona del calcio mondiale che creò la leggenda Liverpool.