La Calcutta Cup è un trofeo internazionale di rugby a 15 annualmente in palio tra le squadre nazionali maschili di Inghilterra e Scozia. Nato per celebrare il ricordo di un club rugbistico indiano di Calcutta scioltosi nel 1878, si tratta di uno dei più antichi e famosi riconoscimenti rugbistici e si assegna dal 1879. Al 2021 se ne sono disputate 128 edizioni e l’Inghilterra ne ha vinte 71 a fronte delle 41 della Scozia, più recente detentrice; 16 sono stati i pareggi, il più recente nel 2019. Originariamente assegnato attraverso un incontro annuale appositamente organizzato, dal 1883 è aggiudicato alla vincente dell’incontro in calendario del torneo oggi noto come Sei Nazioni.

Calcutta Football Club

Il 25 dicembre 1872 si tenne a Calcutta, all’epoca capitale dell’impero anglo-indiano, un incontro di rugby tra due squadre di venti giocatori ciascuna, una delle quali composta interamente da inglesi e l’altra da scozzesi, gallesi e irlandesi; l’esibizione ebbe successo e una settimana più tardi fu replicata; poche settimane dopo, a 1873 appena iniziato, nacque il Calcutta Football Club.

Il nuovo consorzio conobbe un periodo di grande successo, perché già nel primo anno contava 137 membri e diede vita a una qualificata serie di incontri, tra cui quelli contro squadre militari che vantavano molti giocatori internazionali e il derby contro il Calcutta Volunteers, secondo club in ordine di tempo a essere fondato in città; l’anno successivo si affiliò alla Rugby Football Union e vide nei suoi ranghi anche diversi internazionali che rappresentarono Inghilterra, Galles e Scozia .

Il Calcutta FC iniziò a declinare quando il polo e il tennis, sport più confacenti al clima locale, presero sempre più piede tra i coloniali lì presenti e la squadra non ebbe più ricambi; un altro colpo decisivo fu l’abbandono di Calcutta da parte di una guarnigione dell’esercito britannico. Per effetto di ciò, pur non mancando di fondi, il Calcutta FC fu costretto a sciogliersi per mancanza di avversari contro cui giocare