Articolo di Vittorio Cornacchia, tratto dal sito https://footballstory.mondocalcionews.it

Marco Negri ai Rangers ha rischiato di distruggere qualsiasi record di segnature in una stagione. Un impatto devastante, i 6 mesi migliori della sua carriera. Poi una maledetta partita a squash col compagno Porrini e la favola diventa incubo.

MARCO NEGRI AI GLASGOW RANGERS

Al termine del campionato scozzese 96-97, peraltro vinto, i Glasgow Rangers si ritrovano con un problema non da poco. Devono sostituire un certo Ally McCoist, miglior realizzatore di sempre del club con ben 355 reti in 581 incontri. Il bomber principe dei Rangers, pur avendo ancora un anno di contratto, è palesemente a fine carriera. E il club ha ambizioni importanti, vuole imporsi in Europa e ha la liquidità economica per farlo. La dirigenza, quindi, decide di fare le cose in grande e fa spese pazze in Italia. C’è voglia di portare il team allenato da Walter Smith ad un livello superiore e dargli una dimensione internazionale. Il calciomercato è principesco e, tra i tanti rinforzi, arrivano anche i vari Lorenzo Amoruso (diventerà una bandiera), Gennaro Gattuso, Luigi Riccio e Sergio Porrini. Ricordate bene quest’ultimo nome, perchè sarà fondamentale nella storia!

Inoltre, tornando al discorso del sostituto di McCoist, da diversi mesi gli osservatori scozzesi stanno monitorando un centravanti che milita nel Perugia. Si chiama Marco Negri ed è un classico attaccante d’area di rigore. Uno a cui piace poco partecipare alla manovra. Per certi versi è anche un pò sgraziato nei movimenti ma è tremendamente efficace. Ha disputato un campionato eccezionale a Cosenza  nel 94-95, poi è passato in Umbria. Fondamentale nella promozione in A del Grifone, si è confermato anche nella massima serie. Il Perugia, però, è a un passo dalla retrocessione e deve battere la disastrata Roma 96-97, salva solo da un paio di partite. Gli umbri vincono 2-0 e Negri, pur non toccando quasi palla, sigla un gol, regala un assist e coglie una traversa. Il responso dell’osservatore scozzese Ewan Chester è entusiastico: Marco Negri è l’uomo giusto per i Glasgow Rangers.