Articolo di Snorri Sturluson

Vediamo la prima bandiera

Billy McNeill

Se al Celtic Park chiedete chi sia stato Billy McNeill, sapranno di chi state, parlando; se a Celtic Park chiedete chi sia “Cesar”, sapranno che parlate di Billy McNeill. Il capitano che alzò al cielo la Coppa dei Campioni a Lisbona nel 1967 non fu una colonna del Celtic, fu il Celtic. Visse due epopee vincenti a Parkhead: la prima da giocatore, vestendo il biancoverde dal 1957 al 1975; la seconda da allenatore, prendendo il posto del maestro Stein dal 1978 al 1983 e dal 1987 al 1991. Fu proprio Stein a salvargli la carriera la Celtic Park. In procinto di andarsene, fu sperimentato centrale della difesa e si costruì una vita sportiva di tutto rispetto, vincendo nove campionati, sette Scottish Cup, sei League Cup e la coppa dei Campioni da capitano. Mentre sei campionati, quattro Scottish Cup e una League Cup in panchina. E’ credenza popolare che il soprannome “Cesar” gli fosse stato attribuito come paragone all’imperatore romano, in realtà gli fu dato in onore di un attore, Cesar Romano, per via di un’ auto che Mc Neill guidava da tempo, e che nel film “Ocean’s Eleven” era la stessa guidata dal personaggio che Romano interpretava. Nel 2002 è stato votato il miglior capitano di sempre del Celtic e molto spesso è presente sulle tribune del Parkhead.:-Se c’è un uomo fatto apposta per un club, questo è Billy McNeill e il suo Celtic-, disse di lui il presidente del Manchester City Peter Swales, che chiamò McNeill in Inghilterra in mezzo alee sue due fasi da manager. La sua immagine che alza al cielo la Coppa dei Campioni è tra le più famose della storia del Celtic e del calcio mondiale. Nel 2015 la società biancoverde gli rese omaggio facendo erigere una statua in suo onore fuori dell’impianto di Celtic Park. E’ scomparso all’età di 79 anni nel 2019.

Fine prima parte