Articolo di Simone Galeotti

Seconda parte

1921

Noi che nel 1921 prendemmo dal Queen of the South uno che si chiamava Hughie Gallacher e tre anni dopo lui e Bob McPhail ci regalarono la coppa nazionale.
Gallacher era di Bellshill, è soprattutto era un campione. Di lui sono rimaste foto in bianco nero, la leggenda dei due penny, e i numeri degli annuali. Un tipo aspro, come la terra di minatori da dove proveniva e dove ad appena diciassette anni aveva sposato Annie McIlvaney una ragazza che lavorava proprio in un pozzo di estrazione. Ebbero due figli, uno purtroppo morì prima del suo primo compleanno e la bella Catherine. Il matrimonio però andò in frantumi come un pezzo di carbone, la storia non finì bene. Si separarono e ognuno per la sua strada.

1971

Nel 1971 nella Texaco Cup, l’Airdrieonians fu il primo club scozzese a essere coinvolto nella nuova regola dei calci di rigore e battemmo il Nottingham Forest. Niente male. Tornammo a disputare una finale di Coppa di Scozia nel 1975 ma il Celtic non ci lasciò scampo, come d’altra parte non potemmo niente nel 1992 contro i Rangers. Solo che quella volta l’essere “runners up” ci aprì le porte dell’Europa e a Broomfield venne a giocare lo Sparta Praga di Pavel Nedved. Doppia sconfitta di misura. Fuori sì, ma a testa alta.

Fine seconda parte