Quattro chiacchere con un gruppo storico, i Lombardia Hearts

1) Dove nasce la tua passione per gli Hearts?

La mia passione ha radici antiche…. fin da piccolo, ero affascinato da tutto ciò che era scozzese ed il calcio non faceva eccezione ! Il primo amore è stata la Nazionale del 1978-1982 e poi la mia attenzione si è ampliata ai Club…anzi AL CLUB ! The Heart of Midlothian FC ! Ho sempre odiato le due di Glasgow e quando, nel 1993, feci il mio primo viaggio in Scozia, la città di Edimburgo mi stregò ed il club dei “cuori” diventò il mio preferito. Nel 1999 poi conobbi un tifoso doc, Ray French, che mi portò al Tynecastle e da lì iniziò l’avventura del Lombardia Hearts SC, fondato dal sottoscritto nel 2003.

2) Siete un club con grossi numeri, quanti iscritti avete?

Al momento siamo 57 (35 scozzesi + 22 italiani). Anni fà arrivammo anche a 70, ma molti erano semplici simpatizzanti che abbiamo perso naturalmente nel corso delle stagioni. Riconosciuti ufficialmente dal Club fin dalla nostra fondazione, nel 2019 abbiamo reso ancora più ufficiale il tutto, affiliandoci alla Federation of Hearts Supporters Clubs e dandoci regole interne più precise. Gestiamo una pagina FB (che ha superato i 1.100 followers) ed un gruppo whatsapp riservato agli iscritti.

3) Quante trasferte fate all’anno?

Una sicura. Poi a volte riusciamo ad organizzarne due, specialmente se ci ritroviamo in qualche Finale di Coppa.

4) Siete il club più grande fuori dal Regno Unito, oltre a voi che club ci sono in Europa?

Conosco Clubs in Austria, Belgio, Germania e Svezia. Poi ce ne sono alcuni anche in Canada, Usa, Australia e Nuova Zelanda.

5) Dicci un pò il momento più bello da tifoso Jambos?

Ce ne sono stati molti ! A livello sportivo, la stagione 2005-06 è stata esaltante (tra l’altro, con Sky Italia che trasmise proprio quella stagione live), ma la vittoria per 5-1 sui “cugini” nella Finale di Scottish Cup del 2012 è inavvicinabile ! Era la seconda finale tra squadre di Edimburgo della storia (la prima fù nel 1896, e fù anche l’unica giocata fuori Glasgow) e l’attesa era spasmodica. Più di 50.000 tifosi si spostarono lungo i 60 kms della M8 per assistere al match, equamente divisi tra Jambos e Hibies. Nessun incidente, solo clima di grande festa. La partita fù esaltante per i nostri colori e l’atmosfera nella metà maroon di Hampden fù incredibile. La festa poi continuò per tutta la serata ed il giorno dopo, quasi 200.000 persone assistettero alla parata dei giocatori dalla cattedrale di St.Giles, sulla Royal Mile, allo stadio del Tynecastle…… memorabile !

6) Il momento più brutto?

Il momento più brutto fù senz’altro la stagione 2012-13, quando a novembre rischiammo di fallire, dopo la “fuga” di Romanov e del suo entourage. Se non ci fosse stata la più incredibile delle mobilitazioni dei tifosi, non saremmo qui oggi a fare questa intervista ! Passammo giorni di tensione e totale incertezza perchè, se il Tynecastle non si fosse riempito (con conseguente flusso di denaro contante) per la partita contro il St.Mirren, il Club sarebbe stato dichiarato fallito. Ma la risposta dei tifosi è stata magnifica ! Non solo lo stadio si riempì, ma tutti acquistarono gadgets nello shop, cibo nei chioschi e si formò il movimento della Foundation of Hearts che stà portando alla prima acquisizione di un Club calcistico britannico da parte di un consorzio di tifosi, di cui io ed altri membri del Lombardia Hearts, facciamo parte. E’ stato un momento molto delicato, ma anche un eccezionale prova della compattezza dei tifosi Hearts, che se ce ne fosse stato ancora bisogno, ha ribadito che la nostra è una vera famiglia !

7) Che rapporti avete con la società? So che ogni anno date una targa al miglior giocatore, sono fieri di riceverlo?

I rapporti con la società sono idilliaci ! Come appena detto, ci sentiamo veramente parte di una grande famiglia quando ci rechiamo nella Capitale ! Conosciamo personalmente dirigenti, accompagnatori, staff e tutti ci salutano e si intrattengono con noi sempre molto cordialmente. Il nostro più importante contatto è l’ex giocatore Gary Locke, ora ambasciatore del Club ed addetto alle “public relations” con i tifosi. Ogni qualvolta necessitiamo di incontrare i giocatori per la consegna del nostro premio annuale, la cosa viene organizzata in maniera impeccabile. Al centro di allenamento di Riccarton, o al Tynecastle, poco cambia. Nel corso degli anni, abbiamo incontrato tantissimi calciatori, cenato con loro (memorabile la festa per i nostri 15 anni, con ospiti d’onore lo stesso Gary Locke e, l’allenatore della vittoria della Scottish Cup 2012, il portoghese Paulo Sergio !) ed intrecciato grandi amicizie, prima fra tutte quella con il nostro idolo RUDI SKACEL, che una nostra delegazione è andata a trovare addirittura a Praga, quando disputò la sua ultima stagione nelle fila del Pribram.

8) Cosa ha pensato la società, quando ha trovato italiani tifosi dei Jambos?

Sicuramente la società è rimasta piacevolmente sorpresa di questa cosa. Soprattutto quando il Club fù fondato nel 2003, con internet ancora agli albori e con poche news dalla Scozia. Ora posso orgogliosamente dire che il Lombardia Hearts è conosciuto da quasi la totalità dei tifosi jambos ! Lo percepiamo nettamente quando esponiamo il nostro striscione durante le partite, o all’interno del nostro pub preferito, “The Diggers”. Tutti ci salutano e si ricordano di noi ed è una bellissima sensazione ! 

9) Che rapporto avevate con il povero Salvatori e con Bruno? Erano dentro i Lombardia Hearts, mi sembra di ricordare?

Pasquale Bruno è il nostro Presidente Onorario. Siamo in costante contatto, anche se data la distanza, non ci vediamo molto spesso. Qualche anno fà, ci siamo incontrati al Tynecastle dove lui era l’ospite d’onore. Una bella esperienza !

Per quanto riguarda Stefano, lo contattammo nel 2004 quando era dirigente del Legnano e fù molto contento di sapere che c’erano tifosi Hearts anche qui. Poi però le sue scelte di vita lo portarono ad emigrare in Australia e perdemmo i contatti, salvo ritrovarci all’aeroporto di Edimburgo il giorno dopo la Finale di League Cup del 2013, dove Stefano portò il nostro vessillo sul prato di Hampden al momento della presentazione delle squadre. Chiacchierammo a lungo con lui e purtroppo fù l’ultima volta che lo vedemmo…..da lì a qualche mese, contrasse una terribile malattia che ce lo portò via per sempre. Siamo ancora in contatto con sua moglie (che vive in Australia), orgogliosa dei trascorsi in maroon del compianto marito.

10) Mi sembra di ricordare che fate degli incontri ogni anno? O mi sbaglio

Solitamente organizzavamo una cena ufficiale a Giugno/Luglio. Avendo però membri non solo da Milano, ma sparsi in tutta Italia (Verona, Roma, Lecce, Piacenza, ecc…), ora è più complicato. Negli ultimi anni abbiamo partecipato al torneo di calcetto “Italian Connection” tra le squadre dei Supporters Clubs delle squadre britanniche in Italia e, praticamente, è diventato il nostro nuovo incontro annuale.

11) Perchè italiano tifa Hearts? Qual’è il motivo? Dicci un pò i motivi dei tuoi iscritti a simpatizzare Jambos

I motivi sono vari. C’è chi è rimasto affascinato dal logo, chi giocava a football manager col computer e gestiva proprio i jambos, chi ha visitato il Tynecastle e ne è rimasto colpito…..tanti motivi più disparati !

13) Dicci un pò del periodo Romanov, sembrava uno che poteva portare in alto gli Hearts, ma non fu così, era solo fuffa?

In effetti, Romanov ha portato gli Hearts ai livelli più alti dalla fine degli anni ’50-inizio ’60 ! Sotto la sua gestione, sono arrivate due Scottish Cup ed una storica qualificazione alla Champions League. E’ partito con molto entusiasmo e molti investimenti, ma i troppi errori di gestione e l’affidarsi nelle mani di dirigenti poco preparati, hanno decretato il suo fallimento. E’ ricordato con un mix di amore/odio per aver comunque ottenuto grandi risultati ed aver portato importanti giocatori a vestire la nostra gloriosa casacca. Per citarne alcuni, il campione d’Europa con la Grecia, Takis Fyssas, il vincitore della Champions League con il Porto, Edgaras Jankauskas, il grande Rudi Skacel ed il più volte capocannoniere della Championship inglese, Roman Bednar……

14) Come sono ad Edimburgo i rapporti tra i tifosi di Hibs e Jambos?

C’è grande rivalità sportiva, ma solitamente finisce tutto al fischio finale. Non siamo assolutamente agli assurdi livelli delle OF. DI base, rimane una velata contrapposizione politico/religiosa, ma al giorno d’oggi c’è solamente una sparuta percentuale di “idioti” che continua a sventolare union jack da una parte e tricolore irlandese, dall’altra…… Io personalmente ho assistito dal vivo a 11 derby, in trasferta, in casa ed in campo neutro e non ho mai avuto problemi….solo grande eccitazione ! 

15) Vedremo mai Edinburgh City almeno in Championship, chi la segue?

Eh, sarà dura…..ma non impossibile ! L’Edinburgh City è una bellissima realtà, così come gli Spartans, ed è seguita con simpatia sia da tifosi Hearts che Hibs. Originariamente giocavano nel vecchio Meadowbank Stadium, costruito in occasione dei Commonwealth Games del 1970, a due passi da Easter Road. Ora, dopo la demolizione, dividono proprio con gli Spartans, il piccolo ma funzionale Ainsley Park. Fino allo stop forzato, stavano facendo un ottimo campionato !

16) Secondo te il calcio scozzese va rifondato?

Assolutamente si ! 

17) Se si come?

Cominciamo col dire che il sistema in Scozia non funziona a tutti i livelli. E’ chiaro che l’egemonia delle Old Firm è un cancro che stà rovinando da decenni il calcio in Scozia, ne è la prova la derelitta Nazionale, incapace di qualificarsi alla fase finale di una qualsiasi competizione mondiale o europea dal 1998 e, soprattutto, le pessime prestazioni delle squadre di Club nelle coppe europee, ormai relegate a ruolo di comparse nei primi turni preliminari di Giugno e Luglio ! Ma questo non succede da ieri, purtroppo succede da quasi due decenni ! Siamo stati nettamente superati da Paesi che non hanno un decimo della nostra storia e tradizione. Paesi come l’Islanda, l’Albania, il Galles stesso ! Anche loro hanno campionati mediocri, ma sono riusciti con l’organizzazione e la pulizia ad assemblare delle Nazionali di tutto rispetto……perchè noi non ce la facciamo ?? Ma perchè il potere è accentrato a Glasgow e tutto ruota solamente intorno agli interessi di celtic e rangers, che tendono ad indebolire sistematicamente tutte le altre ! Sono esattamente 35 anni che il campionato non viene vinto da nessun’altra squadra, e ci sarà un motivo ! Tutte le volte che qualcuno tenta di mettere fuori la testa, gli viene mozzata senza pietà ! Negli ultimi anni è capitato a noi, al Dundee Utd, agli Hibs, persino a Kilmarnock e Motherwell……si lotta fino a Gennaio e poi, nel mercato invernale, le OF ci comprano i migliori giocatori, li mettono in tribuna, e vincono a man bassa ! Capisci che è un sistema marcio e corrotto che DEVE cambiare al più presto ! Le scandalose decisioni delle ultime settimane, ne sono la prova lampante ! Il sistema andrebbe riorganizzato, con un campionato a 14 o 16 squadre, un occhio più attento ai vivai e, soprattutto, una redistribuzione più equa dei proventi televisivi…..ma questo, al momento, è utopia.

18) Cosa ti piace del calcio scozzese?

Tutto a parte le OF ! La tradizione dei pre e post partita nei pub, l’agonismo feroce ma condito da sano fair-play (non proprio sempre, ma……), i vecchi stadi, soprattutto nelle serie minori, che profumano ancora di fine ‘800 e la gente, veri appassionati di calcio, nonostante la consapevolezza che non si vincerà mai nulla, o quasi !

19) Siete retrocessi, nonostante la stagione non sia finita. Come l’avete presa e soprattutto cosa ne pensate?

Uno scandalo ! Non perchè noi siamo stati penalizzati, ma perchè questa decisione è assurda. Mancano ancora 8 partite, di cui 5 scontri diretti finali…..abbiamo 4 punti di ritardo dalla penultima, non è affatto impossibile recuperare ! E poi, ci sono altri Club nelle serie minori che sono nelle nostre stesse condizioni…il Partick per esempio è stato retrocesso essendo a pari punti con la penultima e con una partita da recuperare !! Ma dai, ti sembra equo ?? I nostri dirigenti hanno immediatamente preparato un esposto e sono pronti ad adire per vie legali, la maggior parte dei tifosi di tutte le squadre sono schifati da questa decisione, così come dirigenti e giocatori…..ma la SPFL non lo tiene minimamente in considerazione ! Quello che interessa a loro è dichiarare il celtic campione, ecco quello che è importante per questi burattini. SCANDALOSO ! 

20) Cosa dite di Scottish Corner? Potete collaborare mandoci storie dei Jambos

Negli anni sono sorti molti “cloni” nei vari social……io non sono un gran frequentatore, ma conoscendoti, il classico non tramonta mai ! La nostra porta è sempre aperta per una collaborazione, nessun problema !

21) Dicci un pò i vostri contatti, dove la gente vi può trovare. Una volta avevate un sito ma ora è off-line

Il nostro sito, ormai superato, è stato abbandonato, perchè ormai il futuro è dei social. Abbiamo una pagina FB gestita dal nostro Fabio Marra, che stà avendo dei grandi riscontri : https://www.facebook.com/Lombardia-Hearts-Supporters-Club-Milano–276319300731