13 anni fa un piccolo villaggio del Sud della Scozia ovvero Gretna, stava per conquistare la sua terza promozione entrando nell’olimpo del calcio scozzese.
Ci arrivò all’ultima giornata, con un fantastico testa a testa col St Johnstone.

La grande scalata

Il Gretna sorprese tutto il calcio scozzese, partendo dalla Third Dvision, in due anni, arrivò in First Division, l’anno prima non vinse la Second, ma la stravinse con ben 18 punti sulla seconda, finale di Scottish Cup persa ai rigori contro gli Hearts, ma qualificazione all’Europa League.
Ed ora volevano entrate nella storia e conquistare la terza promozione consecutiva.
Lo spogliatoio era sicuro come tutti del resto, si poteva raggiungere l’ennesima promozione.
Iniziarono ad arrivare i problemi, la squadra nonostante vinceva faceva fatica ad ingranare.

Ciao Rowan

Rowan Alexander che ha guidato questa macchina perfetta fino alla First Division, lascia il club a Marzo 2007.facendosi recuperare 12 punti, serviva una scossa.
Nello spogliatoio iniziarono i primi malumori, le prime incertezze dovute anche alla situazione finanziaria.
Con la sconfitta contro il Queen of the South Brooks parlò con Rowan, era meglio lasciarsi.
Irons e Wadsworth divennero i nuovi Manager cercarono di dare una stabilità economica al club.
Dovevano far ritrovare alla squadra la giusta armonia. Il Gretna si fece recuperare 12 punti dal St Johnstone, si arrivò così all’ultima giornata con la trasferta in casa del Ross County, c’era solo un unico obiettivo vincere.

l’atto finale

Da Hamilton le notizie non erano positive il St Johnstone stava vincendo, i Saints erano campioni.
Ma all’improvviso c’è il cambio azzeccato entra James Grady.
L’autoparlante comunica l’uomo partita sta per finire tutto, ma McMenamin serve un pallone perfetto proprio a Grady ed il suo tiro finisce non solo in rete ma anche in paradiso, il Gretna è promosso.
Fu una grande gioia anche per il povero Brooks, si sapeva le sue condizioni di salute

La fine

Purtroppo tutto finì, la salute di Brooks peggiorò ed inziarono a mancare i suoi aiuti economici, cosi il club entrò in amministrazione controllata finchè venne liquidato e Brooks purtroppo morì.